lunedì 9 febbraio 2015

Poesie inedite di Saragei Antonini



"al cor gentil ratto s'apprende" è il titolo dello spazio che Librobreve dedica alle poesie inedite. Qui si ospitano testi che probabilmente andranno a costruire nuovi libri di poesia. Si propone come rubrica di solo testo, priva di foto glamour degli autori. L'unica immagine rimarrà quella del ratto qui sopra, identificativa di ogni post, un portafortuna che dedico agli ospiti. La pubblicazione avviene su invito e pertanto non ha senso inviare i propri testi all'autore del blog se non vi è stato prima un dialogo e accordo tra Alberto e chi ha scritto le poesie. Non ho previsto commenti o preamboli ai testi. I lettori invece possono commentare.


Poesie inedite di Saragei Antonini (Catania, 1973)
 

*

la ceramica noia -
il manico che non è dalla parte di nessuno
il giorno ha l'imbarazzo delle ore
e la notte monta a notte un altro giorno.


*

il tempo ha fatto montagne di vestiti sulle sedie -

un coro nel calco del vuoto -
la tazzina è diventata per acqua:
nel bianco si fonda altro bianco.

*

quando si alza il vento
accompagno la porta -
la riporto a sé -
si vede la sua lunga fessura
come una cicatrice
di chi è stato nell'altro mondo
e s'è abituato a separarsi e unirsi in questo.


8 commenti:

  1. apPrendo. ti leggo. ti asPorto. ( Dora )

    RispondiElimina
  2. il tempo ha fatto montagne di vestiti sulle sedie -
    altro che calendario, così si dovrebbe misurare il passaggio delle giornate!

    RispondiElimina
  3. ringrazio Alberto Cellotto per l'invito e l'accoglienza - la Dora e il Gigante -
    il Ratto e il Cor Gentile! -
    Giampaolo De Pietro che mi porta a spasso!
    per manico - per tempo - con o senza vento -


    saragei

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. il mio secondo commento era identico al primo -
      qualche volta vedo doppio!

      Elimina
  5. Grazie a voi tutti e buona continuazione.

    RispondiElimina
  6. Alberto, tu sei ospitale, e l'idea del ratto che s'apprede al cor gentile... ! E Saragei, stare a spasso con te - con questo tuo scrivere che sempre mi fa fare una capriola di emozioni sul posto - sai quanto è per me. Grazie, Alberto, dunque! G*

    RispondiElimina
  7. Giampaolo Dippì13 febbraio 2015 14:19

    e grazie a te, per questi densidensi versi!

    RispondiElimina