martedì 9 settembre 2014

Poesie inedite di Antonio Turolo


"al cor gentil ratto s'apprende" è il titolo dello spazio che Librobreve dedica alle poesie inedite. Qui si ospitano testi che probabilmente andranno a costruire nuovi libri di poesia. Si propone come rubrica di solo testo, priva di foto glamour degli autori. L'unica immagine rimarrà quella del ratto qui sopra, identificativa di ogni post, un portafortuna che dedico agli ospiti. La pubblicazione avviene su invito e pertanto non ha senso inviare i propri testi all'autore del blog se non vi è stato prima un dialogo e accordo tra Alberto e chi ha scritto le poesie. Non ho previsto commenti o preamboli ai testi. I lettori invece possono commentare.

Da Ècfrasis di Antonio Turolo (Mestre, 1962)


Esotico


A invogliarmi fu lei
sorriso un po’ sfrontato
o il di lei padre forse
coi suoi modi ruffiani

PERSISCHE SPEZIALITÄTEN                 
come più d’uno in quella stessa strada.

Passando sopra
a quei quadretti finti
i vassoietti in plastica
decorazioni in serie
mi ha preso – devo dire – quella stanza
nell’angolino in cui mi ero seduto
che il tram a intermittenza illuminava:
chiudendo gli occhi quasi mi pareva
trovarmi proprio nell’antica Persia,

non nella vita mia
che è brutta
e non mi piace.


Custodi


Chissà cosa si prova
vedendo tutti i giorni un grande quadro.

Ho paura che presto ci si abitua
e non si prova niente.

Come gli intercalari di quei vecchi
quando un po’ via di testa se ne vanno.

Così è la vita
                       Cosa ci vuoi fare
stringono tutto il mondo in una frase
tutto il passato in tre quattro parole
come una pennellata troppo densa.


Barricate


Qualcuno di un po’ esperto se ne accorge
Li compri e non li leggi –
                                           quando vede
Gli animali parlanti  del Casti
o Il triregno di Pietro Giannone.

Mi sento sempre in debito
già sulle difensive –
nei confronti dei classici
                                         comincio
il mio ben collaudato discorsetto.

Il fatto è che
anche se intonsi servono a difendermi –
era così anche a quindici anni
mentre gli altri giocavano a pallone.

Lei ha fatto troppa teoria,
troppa teoria – insiste la psicologa.

Ma così sto bene
con questi libri
come in un’astronave
tutta mia.

4 commenti:

  1. come sempre ottimo, grazie, azzurra

    RispondiElimina
  2. Segnalo questo scritto di Antonio Turolo uscito sul blog di Giulio Mozzi http://vibrisse.wordpress.com/2014/09/11/la-formazione-dello-scrittore-12-antonio-turolo/

    RispondiElimina
  3. Confermo tutto. Anche a 15 anni. Grazie Tiziana

    RispondiElimina